Etica professionale

Capisco perfettamente cosa significhi vivere sulla propria persona un problema legale per la cui soluzione si rende necessario rivolgersi ad un Avvocato.

La delicatezza dell’attività svolta dall’Avvocato, in ragione degli interessi personali direttamente tutelati, impone sempre la massima attenzione, mettendosi anche “nei panni” del proprio assistito in modo da capire nel modo più completo la situazione ed il caso concreto.

Infatti, in ogni caso, in ogni situazione, per ogni questione il ruolo primario dell’Avvocato è guidare il proprio assistito nel percorso che dovrà affrontare; sembrerà strano definirla così, ma in realtà ogni pratica legale è un percorso formato da tappe l’una dipendente dall’altra.

Ritengo che per la migliore gestione di un problema legale sia necessaria la collaborazione continua tra l’Avvocato e la persona assistita fondata sui seguenti criteri essenziali: ASCOLTO, COMPRENSIONE, CHIAREZZA e CONFRONTO… se manca anche uno solo di questi fattori è alto il rischio di una gestione non corretta della pratica legale.

Il tutto a scapito del proprio assistito… che per un Avvocato rappresenta una contraddizione in termini e soprattutto un fallimento.

Ecco perchè nello svolgimento della mia attività professionale di Avvocato sia nel settore penale sia nell’ambito civile cerco sempre di prestare la massima attenzione, disponibilità e competenza ai miei assistiti siano esse persone che seguo da tempo oppure nuovi clienti.

A tutti quanti cerco sempre di fare capire, nel loro interesse, quanto sia importante avere le idee chiare su tutte le questioni che dovranno essere risolte (e che costituiscono le tappe del percorso): “meglio sottoporre una domanda in più senza remore, piuttosto di una domanda in meno, perchè la domanda mi permette di fornire la risposta (e quindi il chiarimento) per dissipare un dubbio… i dubbi minano la corretta gestione del problema”.

Del resto, a mio avviso, la professionalità di un Avvocato non si misura esclusivamente sulla base della competenza (comunque fondamentale e necessaria), ma anche sul grado di disponibilità ed attenzione verso il proprio assistito in funzione degli interessi da tutelare.


Avv. Francesco Papiani